Trekking Magazine: un nuovo magazine online dedicato all’escursionismo

0

Nasce un nuovo magazine digitale dedicato al mondo del trekking: itinerari trekking, interviste ai grandi camminatori e molte news sul settore. Quest’anno si è capito che prossimamente sarà difficile viaggiare all’estero. Serve quindi un turismo, in Italia, che ti faccia stare nella natura, senza assembramenti. Tutte le aziende di turismo in Italia, pubbliche e no, si stanno attrezzando per varare iniziative dedicate a scoprire la natura e il territorio.

I benefici del trekking sulla salute

Il trekking è una pratica sportiva poco impattante e che porta grandi benefici alla nostra salute. Intanto ci fa fare sport senza darci la sensazione di fare sport fisico, quindi qualcosa di associato alla fatica. Si può iniziare a fare trekking con itinerari molto semplici. Vi consigliamo di partire sempre a piedi da casa vostra anche se state in zone antropizzate; utilizzare l’auto sarebbe uno stress aggiuntivo. Andando a piedi da casa vostra intanto sarete costretti a scoprire il territorio circostante alla ricerca di stradine e percorsi poco trafficati, poi noterete tantissimi particolari e curiosità che passando in macchina non avete mai visto. Camminare a piedi è una gioia per il fisico e per lo spirito. Iniziate con percorsi brevi e vedrete che poi sarà naturale, pian piano, la voglia di allungare l’itinerario giornaliero.

Perchè il trekking esploderà nel 2021

Questa pandemia ci ha costretto nel 2020 a cambiare radicalmente le nostre abitudini di socializzazione. Nel 2021 purtroppo la situazione non cambierà molto. In molti preferiranno fare sport all’aperto e non chiusi in una palestra. Quindi sicuramente il trekking nelle nostre isolate valli e colline sarà la pratica adatta per permetterci di fare sport e al tempo stesso scoprire posti incredibili. Dovunque voi abitiate l’Italia riserva dei luoghi straordinari da visitare a piedi. Non avete che l’imbarazzo della scelta.

I benefici del trekking sui territori

In questa grande crisi finanziaria di ristoranti e strutture di ristorazione il trekking potrebbe rappresentare una boccata di ossigeno. Anche per le attività che si trovano nelle grandi città. Una cosa infatti che le grandi città stanno cercando di sviluppare è appunto il trekking urbano. In tutte le grandi città infatti ci sono degli itinerari che è possibile fare a piedi, in zone senza traffico o limitrofi alla città. C’è un mondo da scoprire. La cosa bella di questa tipologia di trekking è quella di dare la possibilità di far lavorare guide cittadine e ristoranti che potrebbero ospitare solo una comitiva a volta a prezzo concordato. Insomma la possibilità, con il trekking urbano, di compensare, almeno in parte, la perdita del turismo straniero, è da non sottovalutare.

I materiali per fare trekking

La cosa bella del trekking è che si può iniziare con materiali poco costosi che in genere abbiamo a casa. Si può iniziare facendo un escursionismo leggero, quindi calzando delle buone scarpe ginniche e abbigliamento comodo. Portatevi sempre uno zainetto dove riporre una giacca impermeabile, dell’acqua e degli alimenti che vi possono aiutare nei momenti di stanchezza. Poi man mano che proseguirete negli itinerari più impegnativi provvederete ad attrezzarvi con scarpe da trekking e abbigliamento più tecnico.

Affidarsi ad una guida ambientale oppure organizzarsi da soli?

Potete iniziare a fare trekking tranquillamente con amici, per testare se l’esperienza vi piace e vi gratifica. Negli itinerari più impegnativi vi consigliamo di affidarvi ad una guida ambientale escursionistica che vi saprà far apprezzare in pieno i luoghi e l’esperienza nella natura.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome