Un ristorante champagneria a Ponte Milvio? Oggi vanno di moda a Roma

0
ristorante champagneria adoro roma

Fra i maggiori trend troviamo i ristoranti champagneria a Ponte Milvio, in assoluto una delle mete più amate dal pubblico capitolino

Ogni anno chi esce la sera sa bene che le cose sono destinate a cambiare, e il 2019 non ha fatto eccezione a questa regola.

Stesso posto, stessa storia, stesso bar? Lasciamoli ai versi de “Gli Anni” degli 883, perché oggi la situazione è molto diversa, e parla la lingua del ristorante champagneria a Ponte Milvio. Vuol dire che il pubblico romano, dai giovani ai meno giovani, ha scoperto che – ebbene sì – la sera si può fare anche qualcosa di diverso. Il tutto senza rinunciare al divertimento in gruppo, alla buona cucina e alle atmosfere calorose dei locali, ma aggiungendo una marcia in più con le migliori bollicine della regione (e non solo).

La champagneria? Il nuovo trend della ristorazione

In primo luogo è bene chiarire cosa sono questi locali, e cosa li differenzia realmente dai comuni ristoranti che possiamo trovare in ogni quartiere d’Italia. Un ristorante champagneria a Ponte Milvio, come in fondo illustra il suo stesso nome, ha nelle bollicine quello spunto extra che può fare faville.

Un po’ come accade nei migliori wine bar d’Italia, ma cambiando la bevanda protagonista, in questi locali è possibile trovare uno o più esperti in champagne. Il loro compito è prendere per mano gli avventori, e accompagnarli lungo un viaggio fatto di sapori e di tradizioni nel campo del beverage.

Non si tratta di un semplice servizio aggiuntivo, perché la champagneria è una vera e propria anima di questi posti, importante tanto quanto la cucina e il ristorante. E ai romani piace tantissimo l’idea, al punto che il 2020 sicuramente proseguirà lungo il successo vissuto quest’anno dalle champagnerie capitoline.

Non che si tratti di una novità, perché il nostro Paese è fortemente legato alle bollicine, al punto che si parla di luoghi spesso esclusivi e frequentati dai VIP, dove si organizzano anche le sfilate di moda.

Quando la champagneria diventa per tutti

Lungi da noi criticare il mondo del lusso, ma è un universo per pochi eletti, che non ha nessun legame con la nostra quotidianità. Però anche noi possiamo divertirci, frequentando un ristorante champagneria a Ponte Milvio sì elegante e prezioso, ma anche caloroso, accogliente e con un’atmosfera votata all’intimità.

I lustrini possono andar bene una volta ogni tanto, ma poi stufano, specialmente quando si ha solo la voglia di rilassarsi e di godersi una cena in compagnia, ovviamente ricca di bollicine. Ricordati, però, che accogliente non significa meno raffinato: al contrario, le migliori champagnerie sono quelle che riescono a coniugare entrambi gli aspetti, in una sintesi perfetta.

Ci sono dei dettagli che possono farti individuare un locale di questo tipo, e uno degli step principali è il seguente: studiare la selezione di champagne, preferendo le location che offrono bottiglie provenienti da cantine autoctone, per poter assaporare i gusti della nostra terra d’origine.

Senza dimenticare che anche il menu conta, così come la qualità delle pietanze, perché non si vive di sole bollicine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome