Prenotare ristorante indiano

blank

Occorre Prenotare ristorante indiano per entrare in un  locale  con specialità indiane e consultando il menù, tutti i piatti presenti potrebbero suscitare una certa curiosità e ci potrebbe essere l’imbarazzo della scelta. Magari ci sarà bisogno di ritornarci più volte, ma sicuramente ne varrà la pena, perché così si avrà modo di conoscere al meglio quello che è il cibo indiano e i suoi tipici sapori. Essendo una cucina speziata, avrà un gusto deciso e forte, così come in genere è la cucina orientale e sarà certamente deliziosa. Il riso, per quanto riguarda i primi piatti è quello più utilizzato e in particolare le qualità Basmati e Pilaf; viene generalmente accostato alla carne o comunque in qui casi in cui si tende al vegano alle verdure e sempre alle spezie. Tra i piatti maggiormente conosciuti e che un qualsiasi ristorante specialità indiane avrà nel suo menù ci sarà quello al limone, alla menta e probabilmente anche allo yogurt. Ma ci sono anche gusti più forti e decisi come il famoso riso al tamarindo che viene cotto in bianco e poi speziato con zenzero, peperoncino, semi di sesamo e curcuma, oltre alla polpa di tamarindo. Molto consistente è anche il riso Korma che viene arricchito oltre alle spezie con panna e burro.

Passando invece al momento in cui si vogliano assaggiare dei secondi piatti, in questo caso trova molto utilizzo il pollo, anche se spesso ci si può trovare anche manzo e agnello. La carne che viene sempre arricchita nel sapore con le spezie come il curry o cumino e resa anche piccante con l’aggiunta di peperoncino. Mentre altra variante di secondi piatti è quella che vede l’utilizzo del pesce spada, dove comunque il sapore viene sempre caratterizzato dalla presenza delle spezie. Un ristorante specialità indiane, ha anche la parte dei dolci; infatti grazie al largo utilizzo del latte è possibile realizzare differenti piatti, come nel caso del Kheer che si compone di riso, latte e pistacchio.  Oppure si utilizza anche il cocco, il mango e anche da assaggiare un buon gelato al pistacchio.  Nella tradizione indiana, rientrano anche alcune bevande particolari; infatti molte sono a base di yogurt e con la presenza di spezie, essenze esotiche e frutti come mango o banana.

 Ma molto famoso è anche il the: come quello al  Cardamono  al ginger, the verde, il Kashamiri Tea che èn composto da pistacchio e latte. Generalmente durante i pasti la bevanda che un ristorante specialità indiane propone è il lassi.  Questo viene preparato con il latte pastorizzato portato ad ebollizione a cui poi si aggiunge il limone e lasciato riposare fino al giorno successivo. A questo punto di prende il siero che si è venuto a formare e si mescola con dello yogurt, un pizzico di sale, foglie di coriandolo o di menta e acqua di rose. ino ad ora non abbiamo menzionato le zuppe che sono tipiche della tradizione indiana culinaria ma che il ristorante specialità indiana non sempre è in grado di offrire alla propria clientela, sia perché, in particolare nel mondo occidentale c’è una bassa tendenza a scegliere la zuppa e si opta di più per la carne.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome