Gabigol: è guerra aperta tra i brasiliani e i catalani

0
177

Tra il Santos e il Barcelona oramai la guerra è solo agli inizi, dato che il caso Gabigol sta diventando di giorno in giorno sempre più grande, spingendo le due parti a valutare attentamente la possibilità di entrare in causa con una serie di conseguenze per il calcio mercato futuro. All’origine della diatriba c’è una trattativa poco chiara tra il club brasiliano e i catalani.

Secondo il Barcelona il Santos avrebbe dovuto comunicare alla società qualsiasi offerta ricevuta per il calciatore, lasciando loro tre giorni di tempo per poterla pareggiare. Ebbene questa notifica non è amai arrivata e il Santos ha pensato bene di chiudere la trattativa con l’Inter. Per questo motivo il Barcelona vorrebbe portare la storia in tribunale, accusando il Santos di averli ingannati. Ma la società brasiliana si è difesa dichiarando di aver inviato il 25 agosto una mail a cui non è seguita alcuna risposta in sede. Di conseguenza l’opzione che il Barcelona vantava su Gabigol è saltata e il Santos ha optato per la proposta ricevuta dall’Inter.

Ora però il Barcelona sostiene che questa mail non è mai arrivata in sede e che il Santos è venuto meno ai suoi doveri contrattuali. L’alterco tra le due società è destinato ad ingigantirsi con la possibilità di creare un precedente nei meccanismi di regolamentazione del calcio mercato. Intanto dal team dirigenziale dell’Inter fanno sapere che sono abbastanza tranquilli su tale acquisto e che la posizione è ininfluente rispetto al contrasto contrattuale tra le due società, augurandosi che Gabigol sia la scelta vincente.

A rendere complicata la posizione del Santos si mettono una serie di precedenti collezionati dalla società in passato in relazione alla vendita di alcuni giocatori. In questo senso il Barcelona vorrebbe coinvolgere altre società per incastrare i dirigenti brasiliani, accusati di gestione incoerente e scorretta nelle fasi cruciali del calcio mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome