Non solo denti – Conseguenze della deglutizione atipica

0
143

Come funziona

Muscolo volontario situato all’interno della cavità orale di cui spesso anche i dentisti si dimenticano, la lingua ha moltissime funzionalità: tattile e gustativa per cominciare, svolge inoltre una funzione importante nella deglutizione e masticazione aiutando a spingere il cibo sotto i denti per tritarlo finemente per poi ingerirlo.
La lingua si compone in realtà di 17 muscoli più piccoli, per dirlo in modo semplice, che ne influenzano l’orientamento, la fluidità nei movimenti e la posizione della stessa in fase di riposo.
Essa può diventare l’oggetto di deglutizione atipica, disturbo banale ma da non sottovalutare.

Lo spot

Andiamo qui ad approfondire proprio quest’ultimo caso.
Durante la fase di riposo la lingua dovrebbe essere completamente rilassata. Noi non ci facciamo caso ma in questa condizione la punta della lingua tocca una zona precisa del palato situata dietro gli incisivi superiori, detta SPOT. Lo spot è una sorta di neurotrasmettitore costituito da 5 recettori che comunicano direttamente con una specifica parte del cervello che a sua volta è coinvolta nella trasmissione di impulsi che regolano l’attenzione, l’apprendimento, il ciclo sono-veglia, il dolore, l’ansia e l’umore.

Le cause

Sembra una sciocchezza, eppure quando i neonati vengono allattati artificialmente, una scorretta forma e lunghezza della tettarella del biberon può influire sulla posizione della lingua durante la deglutizione e di conseguenza durante il riposo. Allo stesso modo, apparecchi ortodontici fissi o mobili che occupano ampiamente il palato, vanno a disturbare il contatto tra lingua e spot.

A causa di una deglutizione scorretta possono insorgere in età adulta diverse problematiche legate alla postura. Basti pensare che la lingua in questa fase esercita sul palato una spinta di circa 1 kg per pollice quadrato. Considerando che il numero di deglutizioni giornaliere per ciascun individuo si aggira intorno alle 2000, il nostro palato sopporta un carico di 2 tonnellate al giorno. In caso di deglutizione atipica, la lingua durante la fase di riposo non solo non poggia sullo spot, ma finisce con lo spingere questo carico contro gli incisivi superiori. Questo movimento innaturale comporta involontariamente una tensione cervicale molto pesante che va a gravare sul collo, sulle spalle e perfino sull’equilibrio plantare.

I rimedi

Le soluzioni per la deglutizione atipica sono poche e semplici:

  • Osservare e far osservare da un medico il bambino in fase di deglutizione.
  • Intervenire con banali esercizi di logopedia
  • Associare con esercizi posturali in età più matura
  • fare domande all’ortodontista sul modello di apparecchio installato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome