Amianto ed il rischio di cancro

0
164
bonifica amianto verona

Che cos’è l’amianto?

L’amianto è costituito da un gruppo di minerali che si presentano naturalmente come un insieme di fibre. Queste fibre si trovano in natura nel suolo e nelle rocce in molte parti del mondo. Si tratta principalmente di silicio e ossigeno, sebbene contengono anche altri elementi. Esistono due tipi principali di amianto:

  • Il crisotilo, noto anche come amianto bianco, che è il tipo più comune di amianto nelle applicazioni industriali. Se viste al microscopio, le fibre di crisotilo sono avvolte l’una attorno all’altra in una spirale, motivo per cui questa forma di amianto è anche conosciuta come amianto a serpentina o fibra riccia.

 

  • L’amfibolo, sotto forma di aghi dritti. Esistono diversi tipi di fibre di anfibolo come l’amosite, il crocidolite, tremolite, actinolite e antophyllite. Tutti questi tipi di amianto sono stati associati al cancro.

bonifica amianto verona

Le fibre di amianto possono essere utili in edilizia perché sono forti, resistenti al calore e a molti prodotti chimici, inoltre non conducono all’elettricità. Di conseguenza, l’amianto è stato usato come materiale isolante per un bel po’ di anni sino ad essere vietato in Italia a partire dal 1992.

Tuttavia, l’amianto è ancora presente in alcuni elementi costruttivi ed è ancora possibile essere esposti alle sue polveri in alcuni vecchi edifici e tubature, tra l’altro. L’uso dell’amianto è stato infatti vietato, ma questo divieto non richiede l’eliminazione dell’amianto nelle strutture già esistenti.

Le persone possono essere esposte all’amianto in diversi modi:

Inalazione di amianto: l’esposizione avviene principalmente dall’inalazione di fibre di amianto nell’aria. Ciò può accadere durante la lavorazione mineraria dell’amianto, nonché durante la produzione di prodotti contenenti amianto o l’installazione di materiale isolante per l’amianto. Può accadere anche durante la demolizione o il restauro di vecchi edifici, o quando il vecchio materiale contenente amianto inizia a rovinarsi. In ognuna di queste situazioni, le fibre di amianto tendono a creare una polvere composta da minuscole particelle che possono fluttuare nell’aria.

Ingestione di fibre di amianto: le fibre di amianto possono anche essere ingerite, il che può verificarsi quando le persone consumano alimenti o liquidi contaminati (come l’acqua che scorre attraverso i tubi di cemento amianto). Questa eventualità può verificarsi anche quando le persone tossiscono l’amianto che hanno inalato e ingoiano la saliva.

Molte persone sono inoltre esposte a livelli molto bassi di fibre di amianto che si trovano naturalmente all’aperto, a causa dell’erosione della pietra contenente questo materiale. Il rischio di tale esposizione è maggiore nelle regioni in cui le rocce hanno un contenuto di amianto più elevato. In alcune regioni, l’amianto può essere rilevato anche nelle falde acquifere e nell’aria. Può raggiungere l’acqua attraverso varie modalità, come l’erosione del suolo o delle rocce, la corrosione dei tubi di cemento contenente amianto o la disintegrazione dei materiali di copertura contenenti amianto, che poi passano alle fognature dopo la pioggia.

amianto

Appare evidente dunque la necessità di rivolgersi ad una ditta specializzata nella bonifica amianto per evitare ogni potenziale contatto con questo pericoloso materiale, tutelando così la salute di tutti i componenti della famiglia ed evitare qualsiasi rischio di inalazione o contaminazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome