Come ridurre il rischio di allergie a casa o in ufficio

0

Sebbene si creda spesso che le allergie dipendano prevalentemente da pollini e inquinamento atmosferico, è in casa e in ufficio che si nascondono i pericoli maggiori per i soggetti allergici. Gli ambienti domestici e lavorativi, infatti, sono il luogo ideale per gli acari della polvere, dei microrganismi invisibili che si nutrono di polvere e che si annidano all’interno di materassi, cuscini, librerie, scrivanie e tessuti imbottiti (inclusi pupazzi e peluche).

Eliminare del tutto gli acari dalle nostre case e dagli uffici è impossibile, tuttavia se ne possono ridurre presenza e nocività rivolgendosi a una professionale impresa di pulizie a Firenze o adottando alcuni accorgimenti pratici

Prima di tutto parliamo di lavaggio e pulizia. Tutti i tessuti per la casa e la tappezzeria devono essere lavati spesso e a temperature elevate, lasciando che si asciughino bene. Per spolverare, è meglio utilizzare panni antistatici e aspirapolvere con microfiltri HEPA (che rimuovono particelle fino a 3 micron). La pulizia al vapore può risultare molto efficace per igienizzare un ambiente.

La zona in cui si dorme deve essere mantenuta sempre pulita. Sui materassi devono essere utilizzate delle federe antiacaro, che fungano da barriera e protezione. Bisogna areare spesso i locali e mantenere un livello di umidità sempre inferiore al 50%.

Per quanto riguarda il pavimento, il consiglio è quello di evitare la moquette, difficile da pulire e con il difetto di accumulare molta sporcizia. Meglio invece un pavimento lavabile, o un parquet. Le pareti devono essere coperte con vernici, evitando di coprirle completamente con parati troppo pesanti, ma anche semplicemente con troppi poster di carta.

Anche i complementi d’arredo scelti devono essere facilmente lavabili: meglio evitare tappeti, così come tende da interni in tessuti pesanti. Per le tende, meglio preferire tessuti leggeri, magari applicati su bastoni lineari e semplici.

Passiamo infine ai consigli sull’arredamento. Bisogna preferire un arredamento semplice e lineare, con mobili facili da spolverare, dunque bassi, con profili semplici e regolari, meglio se con ante che proteggano gli oggetti che accumulano più polvere (ad esempio i libri o i soprammobili). Sono quindi assolutamente da evitare tutti i mobili dalle linee “barocche”, con scanalature o angoli in cui la polvere possa accumularsi.

Con questi accorgimenti i disturbi legati alle allergie da polvere saranno notevolmente ridotti, con grande sollievo e beneficio per i soggetti allergici o più sensibili alla presenza di acari.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome