La scelta del piatto doccia

box doccia

Prima di scegliere un piatto doccia per il tuo bagno, fai bene a riflettere sulle tue esigenze, soprattutto in relazione allo spazio a disposizione.

Com’è il tuo bagno? Piccolo o grande? Quadrato o rettangolare?

L’installazione di una doccia a parete doccia sottrarrà spazio alla stanza per poter posizionare altri mobili o servizi igienici e muoversi comodamente.

Se il tuo bagno è piccolo, a maggior ragione sarà una decisione intelligente optare per un piatto doccia invece che per una vasca da bagno.

Quando lo spazio è minimo infatti, la cosa più sensata da fare è posizionare in uno degli angoli un piatto doccia quadrato o angolare per risparmiare spazio.

Se invece disponi di metri quadrati in abbondanza, avrai più possibilità di scelta, potendo posizionare anche un piatto doccia rettangolare di grandi dimensioni.

D’altra parte, ogni cliente ha i suoi gusti e le sue preferenze. Nel tuo caso, cosa stai cercando? Resistenza? Durabilità? Facilità di pulizia? Materiali naturali per un bagno più ecologico? Un piatto doccia economico?

Per un bagno di pochi mq: scegli senza esitazione un piatto doccia quadrato o semicircolare. Sono larghi da 60 a 100 cm.

Per un bagno più grande: scegli un piatto doccia quadrato o rettangolare con le dimensioni che meglio si adattano alle tue aspettative. Sono lunghi fino a due metri.

Piatto doccia su misura o standard?

I piatti doccia standard sono un più economici ma ti costringono a rispettare misure molto specifiche. Tuttavia, quello che dovrebbe avere il tuo piatto doccia è:

  • Una pendenza sufficiente per drenare bene (il minimo è di 7 mm per ogni 30 cm di lunghezza).
  • Superficie antiscivolo (per evitare scivolamenti o incidenti sotto la doccia).
  • Materiale antigraffio e facile da pulire

 

Materiali principali

Esistono diversi tipi di materiali per piatti doccia, ognuno con i suoi vantaggi e svantaggi.

Fondamentalmente, puoi scegliere tra i piatti doccia in pietra naturale, i quali sono molto resistenti e durevoli , anche se la loro maggiore porosità fa si che talvolta vengano addizionati di resine per garantire una superficie più uniforme.

I piatti doccia in pietra sono caldi al tatto, facili da pulire, molto eleganti ed evitano efficacemente lo scivolamento.

Ci sono poi i piatti doccia in resina e cariche minerali che, a differenza dei precedenti, sono più caldi al tatto, più economici e resistenti agli urti.

La loro durata e solidità sono uniche, motivo per cui sono uno dei più richiesti oggi. Sono disponibili con molte finiture e trame diverse, tutte antiscivolo, accessibili e con una finitura inalterabile.

 

Precauzioni prima di installare il piatto doccia

La prima cosa che dovresti fare è disegnare un piano o una bozza del pavimento del bagno dove installerai il box doccia, posizionando tutti i servizi igienici e i mobili per avere un’idea della distribuzione più efficiente degli spazi.

Quindi misura lo spazio in cui posizionerai il piatto doccia e anche le pareti adiacenti per scoprire se sono a livello o, al contrario, hanno qualche livellamento da correggere quando installi la parete della doccia.

La superficie su cui andrà a posare il piatto deve essere ben livellata , perché altrimenti questo non potrà essere posizionato correttamente.

Inoltre, lo spazio in cui andrà lo scarico deve essere sufficientemente ampio per poter collegare i tubi.

Come accennato all’inizio, sebbene tutti i piatti doccia siano progettati con una pendenza sufficiente per drenare bene, accertatevi di questo preventivamente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome