Investire nell’energia verde: cosa significa?

energia verde

L’energia green è sempre più presente nella nostra vita e certo non poteva essere tagliata fuori dal mondo degli investimenti.

La crescente spinta in avanti verso la produzione e l’utilizzo di energia pulita ha spronato il mercato a fornire agli investitori soluzioni su vari livelli per investire in questo settore. Oggi chi sceglie di investire nella green energy non deve necessariamente acquistare singole azioni e obbligazioni di aziende che operano in questo settore, ma può scegliere tra numerosi strumenti, come ETF, Fondi Comuni di Investimento e persino Titoli di Stato.

Optando ad esempio per un ETF come l’IShare Global Clean Energy, il quale replica l’indice S&P Global Clean Energy Index, il piccolo o medio investitore avrà a disposizione, anche investendo una piccola somma di denaro, un nutrito e diversificato paniere di titoli afferenti al mercato dell’energia verde. Per saperne di più, potete leggere questo articolo online nel quale troverete un interessante approfondimento sugli ETF IShare Global Clean Energy.

Che cosa significa investire nell’energia verde

Gli investimenti che puntano sull’energia verde rientrano di fatto nel settore della sostenibilità ambientale; si tratta dunque di una scelta che presenta risvolti non solo economici, ma anche etici.

Sebbene non tutti gli investitori che scelgono questo ambito di investimento lo facciano per sostenere le aziende green, per alcuni questo aspetto riveste un’importanza non indifferente. Importanza che naturalmente deve sempre affiancarsi a una scelta consapevole dei titoli da acquistare o degli strumenti finanziari da sfruttare.

Prima di investire nell’energia verde è necessario analizzare con attenzione il mercato al fine di valutare l’effettiva convenienza dei titoli emessi da aziende operanti in questo settore. Chi non ha sufficiente esperienza e non è in grado, da solo, di leggere e interpretare i dati, dovrebbe preferibilmente evitare il fai da te e rivolgersi a professionisti del settore che possano fornirgli indicazioni utili circa i rischi e i benefici di questo mercato finanziario.

Quali strumenti scegliere per investire nell’energia verde

Gli strumenti e gli asset che consentono di investire una parte del proprio capitale nell’energia verde sono numerosi.

In primis troviamo le azioni emesse dalle aziende che si occupano della produzione di energia prodotta attraverso fonti rinnovabili. Chi sceglie di investire in azioni, acquistandole nel mercato primario o secondario, acquisisce una o più quote dell’azienda emittente, divenendone a tutti gli effetti socio. L’eventuale guadagno può derivare sia da eventuali dividendi sia dalla rivendita delle azioni.

Oltre alle azioni, esistono anche obbligazioni emesse da aziende operanti nel settore dell’energia pulita. L’investitore che punta sulle obbligazioni, diviene creditore dell’ente emittente e può ottenere un guadagno dalle cedole periodiche, dall’eventuale scarto di emissione alla scadenza del titolo o dalla vendita dello stesso sul mercato secondario.

Titoli di Stato Green

La spinta verso un’economia sempre più sostenibile e green ha portato anche gli Stati ad emettere delle obbligazioni collegate alla sostenibilità, come i BTP Green emessi dall’Italia.

I capitali ricevuti dagli investitori che acquistano queste obbligazioni di Stato vengono utilizzati per sostenere spese volte a favorire la transizione ecologica; tra queste rientrano anche quelle legate all’energia pulita e accessibile. Per questo motivo, chi acquista Titoli di Stato Green investe nella sostenibilità e, indirettamente, anche nel settore dell’energia verde.

Fondi Comuni di Investimento e ETF

I piccoli investitori che desiderano puntare su questo settore, ma non vogliono rinunciare ad avere un portafoglio diversificato, possono optare per un Fondo Comune di Investimento dedicato alle Energie Alternative, ossia composto da titoli afferenti a questo particolare settore. Questi fondi sono solitamente composti da azioni e obbligazioni emesse da aziende operanti nel settore dell’energia pulita, principalmente eolica e solare.

Chi cerca strumenti dotati di grande liquidità, facili da scambiare tramite compravendita sul mercato secondario, può puntare sugli ETF, particolari Fondi di Investimento quotati in borsa che replicano indici del mercato di riferimento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome