Salento: non solo mare e spiagge!

0
107

La penisola salentina è nota per le sue splendide spiagge e la costa incontaminata, ma vanta al tempo stesso diverse città dal grande patrimonio storico, artistico e culturale che meritano una visita. Se stai progettando la tua vacanza in Salento, ecco alcune tappe da includere assolutamente nel tuo itinerario di viaggio:

Lecce

Lecce è la città più grande della Puglia meridionale, nonchè porta d’accesso alla penisola salentina. Poiché si trova lungo la linea ferroviaria della costa orientale, è facile arrivare senza auto. Lecce è conosciuta per la sua splendida architettura Barocca, che noterai un po’ dappertutto su molti dei suoi monumenti ed edifici storici. La città presenta anche testimonianze che risalgono ai tempi dei romani, un castello, alcune strade famose per lo shopping e numerosi musei. Il centro storico è piuttosto piccolo ed è in gran parte una zona a traffico limitato, quindi è facile da visitare a piedi.

Gallipoli

Situata sulla costa occidentale del Salento, Gallipoli è una delle città più interessanti e particolari. La città vecchia sorge su un’isola calcarea, ed è collegata alla terraferma da un ponte del XVI secolo. Qui il consiglio è quello di passeggiare attraverso il labirinto di pittoreschi vicoli e stradine, dove potrai ammirare reti da pesca e decorazioni uniche sui muri delle case e nei cortili, soprattutto a Corte Gallo. La cattedrale barocca di Sant’Agata , costruita nel XVII secolo, sorge nel cuore della città. Gallipoli è anche un ottimo posto per mangiare del pesce fresco, e c’è anche un bel tratto di spiaggia che corre lungo le mura della città vecchia.

Otranto

Otranto è una graziosa città che si trova sulla costa orientale del Salento. Il centro storico, in parte circondato da mura medievali, è davvero piacevole da passeggiare. La cattedrale del XI secolo ha un bellissimo pavimento a mosaico e un’insolita cappella con i teschi ed i resti degli 800 martiri di Otranto, uccisi durante un’invasione turca nel 1480. È consigliata inoltre una visita al Castello Aragonese, che si trova appena fuori dal centro storico, visitandolo anche all’interno. Vicino alle mura, proprio davanti il mare, c’è un’ampia passerella con bistrot e piccoli bar dove mangiare o bere qualcosa.

Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca si trova esattamente dove il Mar Ionio e il Mar Adriatico si incontrano, ovvero in prossimità della punta della penisola salentina. Leuca deriva dalla parola greca Leukos che significa bianca, nome che le si addice perfettamente in virtù della pietra luccicante che arricchisce la maggior parte delle costruzioni. In città scoprirai un’architettura che è un mix tra lo stile Moresco e Art Noveau. Il lungomare è il posto dove andare per un buon gelato e locali notturni. Grazie al suo clima mite, la stagione balneare si prolunga fino a Settembre inoltrato, ed è una località particolarmente apprezzata perché consente di per nuotare in un mare color smeraldo, nonché di effettuare escursioni in barca durante le quali è possibile anche ammirare alcune delle grotte presenti in zona.

Non solo natura, spiagge e mare dunque, ma come vedi il Salento ha da offrirti anche storia, tradizione, architettura e cultura.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome