Pasqua, le vacanze viaggiano in Carpooling.

0
137

Manca pochi giorni e milioni di italiani lasceranno le città e la monotonia quotidiana per godersi Pasqua e Pasquetta fuori porta e magari godere dei primi tepori primaverili adagiati sulla sabbia.
Come ogni anno e ancor più dopo la “terapia Monti” accise, caselli e parcheggi incideranno sulle tasche dei vacanzieri ed è forse proprio per questo che in Italia, stiamo assistendo ad una vero e proprio boom del Carpooling. Viaggiare in Carpooling, per chi ancora non lo conosce, significa condividere la propria auto con un compagno di viaggio, per raggiungere una meta comune e ripartirne i costi tra i passeggeri. Questa sorta di “Autostop 2.0″ deve la sua crescita ad internet ed agli strumenti che i siti web mettono a disposizione degli utenti per incrementarne la sicurezza oltre al fatto che il servizio è completamente gratuito.
In Italia, la piattaforma on-line che fornisce il servizio di carpooling si chiama Bringme Social Carpooling ed è raggiungibile all’indirizzo http://www.bring-me.it
Vediamo ora quali sono i numeri di questo fenomeno e cosa ci viene proposto per Pasqua dai fondatori di Bringme Social Carpooling:
“Con una crescita costante degli iscritti dell’oltre 20%, mese su mese, Bringme attualmente offre un parco annunci che supera abbondantemente i 2600 viaggi attivi con partenza nelle prossime quattro settimana e circa 10.000 posti disponibili.
Per il solo weekend di Pasqua, dal 6 al 9 Aprile, si possono già contare oltre 600 viaggi disponibili e con ottime probabilità supereranno i 1000 nei prossimi giorni.
Tra le mete preferite spiccano città d’arte come Firenze, Bologna e Roma e non mancano le mete marittime e montane come la Val di Susa o la costiera Amalfitana.
Per coloro invece che decideranno di passare una giornata all’insegna della musica o passeggiando per le bancarelle di una fiera, Bringme ha predisposto un palinsesto che ad oggi conta oltre 70 eventi in tutta Italia per i quali è possibile trovare un compagno con il quale condividere il viaggio e le proprie passioni.
Non dimentichiamo che chi viaggia in Carpooling, rinunciando all’uso della propria vettura, riduce l’inquinamento da CO2 pari a 15 kg ogni 100 km percorsi.
Per fare un esempio: quattro persone che si recano a Firenze partendo da Milano e ritorno spendono indicativamente 160€, tra carburante e pedaggi, che suddivisi fanno 40€ a testa con una riduzione delle emissioni inquinanti pari a 180kg di CO2.”
Non ci resta quindi che scoprire anche noi i vantaggi del Carpooling e goderci la pausa pasquale con un occhio al portafoglio ed uno all’ambiente.
Contatti
Gerard Albertengo
info@bring-me.it
http://www.bring-me.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome