Birra Belga

blank

Alzi la mano chi non ha mai sorseggiato almeno una delle Birre Belghe più diffuse in tutto il mondo c’è poco da fare, il Belgio ha una tradizione in fatto di birra davvero immensa che parte da secoli e secoli addietro, per arrivare ad oggi in cui la sua fama non è certo immutata, anzi è ancora più grande. il mondo della birra belga è immenso e per poterlo conoscere a fondo non basterebbero nemmeno tre libri, ma la nostra intenzione è quella di farti conoscere un po’ meglio questo fantastico mondo e riuscirti a trasmettere la potenza della tradizione belga in fatto di birra artigianale. mettiti comodo, perché sarà un viaggio virtuale davvero intenso. birre belghe: tutto quello che c’è da sapere la prima cosa che ti vogliamo dire ti farà già comprendere al 100% la grande forza della birra belga.

devi sapere, infatti, che la birra del Belgio è stata inserita nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’ Unesco  un dato importante che ti fa notare come una birra possa essere molto di più di una semplice bevanda da assaporare in compagnia. la birra belga racchiude dentro di sé un’immensa storia ed una tradizione che parte dalla notte dei tempi. ma procediamo per gradi ed andiamo alla scoperta di questo patrimonio culturale. la storia delle birre belghe  la cultura e la tradizione della birra belga ha radici assai profonde che partono addirittura dal lontano medioevo. a dire il vero, la birra esisteva anche da tempi anteriori al medioevo, ma la diffusione ebbe inizio maggiormente in quell’epoca. inizialmente la tradizione e la produzione della birra cominciò nelle abbazie e, quindi, furono proprio i monaci ad iniziare una storia che ancora oggi continua imperterrita.

i monaci belgi, furono i primi ad utilizzare il luppolo nelle loro birre artigianali. la cosa fu molto apprezzata nel luogo, tanto che nel 1364 l’imperatore Carlo iv fece il decreto “novus modus fermentandi  cerevisiam” che metteva l’obbligo dell’utilizzo del luppolo in tutte le birre belghe. con il passare dei secoli le tecniche e le regole per la produzione della birra aumentarono sempre più f ino a creare una vera e propria produzione artigianale a tutti gli effetti. nel 1800, però, l’imperatore Giuseppe ii fece chiudere tutte le abbazie dando così una nuova vita ai diversi birrifici e dando inizio ad una nuova epoca nella storia della birra belga. epoca, però, interrotta dalle guerre mondiali che portarono non pochi problemi. dagli anni ’60, però, ecco che i birrifici belgi finalmente ritornano piano piano al loro splendore portando la birra belga nuovamente in cima a tutto il mondo.

i diversi stili delle birre belghe ma cosa rende la birra belga così tanto amata in tutto il mondo? sicuramente la corposità e l’unicità che si uniscono all’unisono alla grande varietà del mondo della birra artigianale belga. infatti, nel belgio esistono ben oltre 1500 tipologie di birre ed ognuna di essa è unica nel suo genere.  è praticamente impossibile trovare un altro paese nel mondo che abbia una qualità ed una varietà tale all’interno della sua produzione. tutte queste tipologie possono essere divise e racchiuse in diversi gruppi che noi chiameremo stili. ecco per te una lista degli stili che dovresti assolutamente provare almeno una volta nella vita. le birre belghe belgian ale  cominciamo con la tipologia di birre belghe più diffusa nel mondo, ovvero le belgian ale. questo stile è caratterizzato da una birra chiara con una gradazione che va dal 5 al 6% di alcool.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome