Numeri telefonici truffa, come riconoscerli

0
numeri truffa difendersi
Numeri truffa: come difendersi

Negli ultimi mesi moltissimi consumatori sono stati contattati da numeri di telefono truffaldini e si sono ritrovati con il conto telefonico svuotato a seguito della chiamata o dell’abbonamento non richiesto a servizi a pagamento. Pensiamo, per esempio, ai tanti servizi di giochi, meteo, oroscopi e gossip di cui l’utente scopre l’esistenza solo con la prima bolletta.

Ci sono casi di truffe che attivano in automatico questi servizi, e casi in cui banner pubblicitari indesiderati attivano senza alcun click servizi inutili e non richiesti, ma molto costosi. Cosa fare in questi casi?

Il nostro consiglio è avvisare il gestore telefonico dell’attivazione di un servizio a pagamento non richiesto, segnalando il fatto con un reclamo scritto via PEC, raccomandata o portale online. In questo modo si può contestare la somma ingiustamente addebitata e chiedere il rimborso, specificando di essere vittime di una truffa telefonica. Tuttavia, è importante saper riconoscere i numeri telefonici truffa, fenomeno che non conosce fine.

Quali sono i numeri truffa e come difendersi

Le truffe da smartphone sono un fenomeno che sembra non avere fine, dato che sono centinaia i malviventi che ogni giorno tentano di prosciugare i conti telefonici e bancari degli utenti. Il consiglio per prevenire gli attacchi è quello di non inserire dati sensibili nello smartphone, esponendosi a rischi inutili e notevoli.

Inoltre, vietato rispondere a numeri che chiamano o inviano SMS da +375602605281, +37127913091, +37178565072, +56322553736, +37052529259, +255901130460. Non si deve rispondere, in generale, a nessun contatto da numeri che iniziano con +375, +371, +381, +255 se si ignora il mittente della chiamata.

Siete di fretta e avete preso la chiamata? In questo caso il consiglio è riattaccare subito ed evitare assolutamente di richiamare il numero sul display. Tra i rischi, infatti, non c’è solo la spesa in bolletta, ma anche che l’elenco dei vostri contatti sia copiato in pochissimi secondi. Attenzione, quindi, a conservare dati del conto in banca o della carta di credito sul telefono, dato che la clonazione è un rischio a cui tutti siamo esposti.

Altri consigli contro le truffe e i numeri truffa

Solitamente, le chiamate e i numeri truffa sono quelli di paesi esteri con diversa provenienza: 375 è il prefisso Bielorussia, +371 della Lettonia, +381 della Serbia, + 563 di Valparaiso, + 370 della Lituania, + 255-della Tanzania. Ma oggi più che mai non mancano i numeri truffaldini che iniziano con +02, prefisso di Milano, che attira molte persone nella rete dei delinquenti.

Attenzione anche a premere #90 o cancelletto #09 se vi viene richiesto da chi chiama: si tratta di un nuovo metodo per accedere alla scheda SIM e fare chiamate a vostre spese, chiamate che potrebbero farvi incorrere in problemi con la giustizia. Non solo: dato che questi truffatori sono internazionali le indagini sono complesse e altrettanto difficile è l’individuazione dei colpevoli.

Recuperare le somme da un furto ad opera di un numero truffa è una missione spesso senza esiti o con esito negativo. Proprio per questo, l’invito dell’Autorità Giudiziaria e della Polizia Postale è a custodire con cura lo smartphone, proteggere i dati con un buon antivirus e non scrivere informazioni e dati sensibili sulla SIM, che oggi più che mai può essere facilmente clonata.

Se, poi, siete vittima di un numero truffa rivolgetevi sempre al vostro gestore telefonico di fiducia per bloccare il servizio a pagamento, l’abbonamento indesiderato o, qualora se ne riscontrasse la necessità, bloccare la SIM. Le truffe via smartphone e lo spoofing via telefono sono in costante crescita, ma con le giuste conoscenze è possibile difendersi e difendere il proprio conto telefonico.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome