Riaprazione e manutenzione della lavatrice

riparazione lavatrici Roma.

La manutenzione della lavatrice è un aspetto fondamentale per questo elettrodomestico per potersi assicurare il corretto funzionamento dell’elettrodomestico, ormai strumento indispensabile nella nostra vita quotidiana.

Nel caso di una rottura di parti importanti della lavatrice non c’è nient’altro da fare che affidarsi alla riparazione lavatrici Roma.

La lavatrice è sicuramente uno degli elettrodomestici più usati in assoluto in ambiente domestico, dato che non esiste un sistema odierno più efficiente ed efficace a disposizione di una casa.

Bisogna però considerare che la lavatrice, ancora di più degli altri elettrodomestici, è soggetta ad usura in misura maggiore, per l’uso che se ne fa, costante e intenso, sia per i detersivi e i prodotti chimici usati durante il lavaggio e sia a causa del calcare presente nell’acqua che si deposita molto facilmente sui meccanismi funzionali.

E’ necessaria, perciò, una buona manutenzione di livello ordinario per preservarne il funzionamento corretto, prolungando la vita dell’elettrodomestico il più possibile.

La manutenzione ordinaria di una lavatrice

La lavatrice può guastarsi, o comunque può avere il proprio funzionamento compromesso, soprattutto a causa del calcare che va a depositarsi, in ogni lavaggio, su parti come:

  • la pompa
  • i tubi
  • la resistenza

ciò provoca delle corrosioni.

Per il calcare, la prevenzione consiste nell’utilizzo, ad esempio, di un prodotto anticalcare (da aggiungere in ogni lavaggio) o di un dispositivo anticalcare installato sul rubinetto della lavatrice.

Un dispositivo anticalcare tiene sospesi i cristalli di carbonato di calcio e con ciò evitando che si possano depositare all’interno della lavatrice, causando incrostazioni e corrosioni.

Se parliamo di metodi naturali, per evitare le incrostazioni, basta aggiungere insieme al detersivo, un cucchiaio di aceto bianco ad ogni lavaggio o altre sostanze anticalcare come possono essere il bicarbonato di sodio oppure l’acido citrico.

Il ciclo igienizzante per una lavatrice

Un ciclo igienizzante sarebbe l’esecuzione di un lavaggio a vuoto a 90°, versando nella vaschetta due bicchieri ripieni di aceto bianco, oppure 150 grammi di acido citrico o di varechina.

Altri componenti da pulire

Per una manutenzione che sia davvero efficace, è bene procedere anche alla pulizia di importanti componenti della lavatrice: la vaschetta del detersivo, l’oblò, e il filtro.

Per la vaschetta del detersivo è utile effettuare la pulizia tramite bicarbonato di sodio che va disciolto in acqua, grattando via i residui di detersivo tramite l’ausilio di uno spazzolino da denti.

Per l’oblò, è bene evitare di chiuderlo completamente alla fine del lavaggio: in questo modo, la lavatrice prende aria il più possibile e si evitano muffe oppure funghi all’interno del cestello; meglio ancora sarebbe asciugare anche la gomma dell’oblò, in questo modo si elimina il classico odore sgradevole.

La temperatura di lavaggio

Spesso sottovalutato, è l’aspetto delle temperature di lavaggio. Lavare tramite basse temperature favorisce incrostazioni e microorganismi; questo perché i cicli di lavaggio inferiori ai 40 gradi sono più brevi, e così ammorbidente e detersivo non riescono a sciogliersi completamente.

I microorganismi presenti durante il lavaggio, si eliminano solo con temperature medie abbastanza elevate (90 gradi); altrimenti questi si annidano nella lavatrice e e possono essere presenti nel nuovo lavaggio radicandosi su tutti gli abiti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome