Disinfezione ambientale

blank

Sanificazione, disinfezione, igienizzazione, puliziatutti termini che chi gestisce un’azienda per la Disinfezione ambientale  ha imparato a conoscere in questo periodo di emergenza da Coronavirus.

Ma quali sono le differenze di significato fra le parole pulizia, disinfezione e sanificazione e cosa vuol dire esattamente sanificare un ambiente anche alla luce del protocollo contenuto nel DPCM del 26 aprile che ha stabilito per i datori di lavoro una serie di obblighi di “pulizia e sanificazione” degli ambienti lavorativi in vista della cosiddetta fase 2? Il dizionario online della Treccani considera la parola “sanificazione” un sinonimo della parola “sanitizzazione” e più genericamente delle parole “disinfezione” e “disinfestazione”, mentre il verbo “sanificare” è definito in questo modo: rendere sano, risanare trattare ambienti e impianti dell’industria alimentare, e talora anche gli alimenti stessi, in modo da renderli rispondenti alle norme igieniche La Legge italiana però stabilisce un significato ben preciso per le parole “pulizia”, “disinfezione” “disinfestazione” e “sanificazione” “regolamento di attuazione degli articoli  e  della legge 25 gennaio 1994, n. 82, per la disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione”

Attività di pulizia: sono quelle che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza; Attività di disinfezione ambientali  sono quelle che riguardano il complesso dei procedimenti e operazioni atti a rendere sani e disinfettati  determinati ambienti confinati e aree di pertinenza mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni; Attività di disinfestazione: sono quelle che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a distruggere piccoli animali, in particolare artropodi, sia perché parassiti, vettori o riserve di agenti infettivi sia perché molesti e specie vegetali non desiderate Per quanto riguarda il significato della parola sanificazione, il Decreto stabilisce invece che si definiscono attività di sanificazione: quelle che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti mediante l’attività di pulizia e/o di disinfezione e/o di disinfestazione ovvero mediante il controllo e il miglioramento delle condizioni del microclima per quanto riguarda la temperatura, l’umidità e la ventilazione ovvero per quanto riguarda l’illuminazione e il rumore.

Da questa definizione sembrerebbe dunque che per il legislatore l’attività di sanificazione rappresenti un concetto più ampio rispetto a quello di disinfezione e a quello di pulizia, in quanto comprenderebbe azioni non previste da queste ulteriori Interventi di sanificazione ambientale certificati anche per Covid Per i propri interventi di sanificazione e disinfettazione degli ambienti  utilizza un nebulizzatore a base di perossido di idrogeno (consigliato dal Ministero della Salute specificatamente per la prevenzione da Coronavirus) che satura l’ambiente in pochi minuti ed elimina il 99,99% di virus e batterida aria e superfici. Gli interventi di sanificazione ambientale  sono: pienamente in linea con gli obblighi di sanificazione stabiliti dal Dpcm del 26 aprile (con certificazione rilasciata da un biologo) completamente sicuri per l’uomo, per l’ambiente e per ogni macchinario presente  adatti alla sanificazione di aziende, uffici, ambienti sanitari, alberghi, negozi e residenze private. Scopri di più a questa pagina, oppure contattaci qui per richiedere un preventivo gratuito: pronto intervento in tutto il centro e il nord Italia!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome