L’intervento di aumento del seno

0

L’aumento del seno, noto anche come mastoplastica additiva, è un intervento chirurgico che viene eseguito per aumentare le dimensioni del seno. Questa pratica implica il posizionamento delle protesi sotto il tessuto mammario o i muscoli del torace. Per alcune donne, l’aumento del seno è un modo per migliorare la fiducia in se stesse. Per altre, si tratta della ricostruzione del seno a causa di varie malattie.

Se stai pensando di aumentare il tuo seno, consulta un chirurgo plastico e assicurati di capire cosa comporta l’intervento chirurgico, inclusi i possibili rischi, complicanze e cure di follow-up. Visita il sito del Dr. Moraci Marco per poter fare le tue domande in merito e sciogliere ogni dubbio.

L’aumento del seno può aiutarti a:

  • Migliorare il tuo aspetto se pensi che il tuo seno sia troppo piccolo o che uno sia più piccolo dell’altro.
  • Regolarli a causa di una riduzione delle dimensioni dopo la gravidanza.
  • Correggere il seno irregolare dopo l’intervento chirurgico al seno per altre condizioni.
  • Migliorare la fiducia in te stessa.

Quali sono i rischi?

L’aumento del seno comporta piccoli rischi diversi, ad esempio:

  • Tessuto cicatriziale che distorce la forma della protesi mammaria
  • Dolore al seno
  • L’infezione
  • Cambiamenti nella sensibilità di capezzoli e seno.

Come prepararsi all’intervento di mastoplastica additiva

Per prepararti all’intervento ti consulterai con il tuo chirurgo plastico per discutere le dimensioni del tuo seno, la sensibilità e le preferenze di aspetto. Il chirurgo descriverà tipi specifici di impianti (lisci o testurizzati, rotondi o a forma di goccia, salini o siliconici) e possibili tecniche chirurgiche.

Prima di decidere di sottoporti a un intervento chirurgico, considerare quanto segue:

  • Le protesi mammarie non impediranno la caduta del seno. Per correggere il seno cadente, potrebbe essere necessario un sollevamento del seno oltre al suo aumento.
  • Non vi è alcuna garanzia che le protesi mammarie durino per sempre. La durata media di un impianto è di 10 anni. Inoltre, il seno continuerà a invecchiare e fattori come l’aumento o la perdita di peso potrebbero cambiare il suo aspetto.

L’esecuzione di mammografie potrebbe essere più complicata. Se hai protesi mammarie, oltre alle mammografie di routine, avrai bisogno di ulteriori indagini strumentali specifiche.

  • L’assicurazione sanitaria non copre le protesi mammarie. A meno che non sia necessario dal punto di vista medico, come dopo una mastectomia, l’aumento del seno non è coperto dall’assicurazione sanitaria. Preparati a sostenerne i costi, inclusi eventuali costi di futuri interventi chirurgici e test di imaging.
  • Potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico dopo aver rimosso le protesi mammarie. Se decidi di rimuovere gli impianti, potrebbe essere necessario sottoporsi a un sollevamento del seno o ad altri interventi chirurgici correttivi per aiutare il seno a ripristinare il suo aspetto.

Potrebbe essere necessario fare una mammografia di base prima dell’intervento chirurgico. Il medico può anche regolare la dose di alcuni farmaci prima dell’intervento chirurgico. Ad esempio, è importante evitare l’aspirina o altri farmaci che possono facilitare il sanguinamento.

Infine è importante coordinarsi con qualcuno per accompagnarti a casa dopo l’intervento chirurgico e stare con te almeno la prima notte.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome