Ristorante Appio Claudio: un’oasi di gusto

0
269
Ristorante Appio Claudio

La cucina romanesca attira sempre di più i turisti a Roma. Lo scorso Agosto, e non solo di Ferragosto, sono stati tantissimi, più di 100, gli esercenti che hanno deciso di restare aperti. Oltre ai bar e ai produttori di gelato artigianale, che sono aperti per dare fiato sia ai turisti sotto il sole cocente e anche agli abitanti dei quartieri più noti come Testaccio e Quarto Miglio, sono molti anche i ristoranti che hanno deciso di andare in controtendenza e di “accontentarsi” della chiusura settimanale.

Nella Capitale ci sono anche veri e propri tour gastronomici. Invece di fare il giro per i monumenti, oppure insieme alla visita alle bellezze storiche e monumentali di Roma, la tendenza conferma anche che il tour gastronomico ha un grandissimo successo nella città capitolina. I ristoranti di Roma sono stati inseriti sul noto sito Tripadvisor come i migliori per le recensioni degli utenti, seguiti da Firenze e Parigi al secondo e terzo posto.

Tra questi ristoranti di Roma di pesce, un posto speciale merita il Ristorante Appio Claudio, in via Vallericcia 11 nel quartiere di Quarto Miglio. Il locale è immerso nella storia imperiale di Roma, ma ha anche 30 anni di tradizione nella cucina romanesca, tutti da scoprire.

“Immerso nel verde, silenzioso, dove puoi respirare una calma irreale”

Tra i più apprezzati su Tripadvisor, il ristorante Appio Claudio è tra i ristoranti di Roma di pesce più affermati. Il motivo? I ristoranti particolari di Roma come questo fanno sentire e vivere il mare, grazie a un pescato sempre fresco, che viene usato per il menù giornaliero.

Nel tour gastronomico, il locale si presenta come un tuffo nella natura e nel mare. Il merito è dell’ampio giardino, che permette di respirare un’aria di novità e che dona ristoro in estate ai turisti in arrivo. All’interno, le due sale si affacciano sull’Acquedotto romano di Appio Claudio, una visione unica per chi visita per la prima volta il quartiere Quarto Miglio.

La cucina romanesca è il biglietto da visita di questo ristorante, dove anche le ricorrenze e i meeting di lavoro sono gestiti “alla romana”, ovvero con lo stile e l’ospitalità tipica e un po’ casereccia di questo territorio.

Il tour gastronomico firmato dal ristorante Appio Claudio parte dai gnocchetti vongole e porcini, passando per i paccheri con filetti di spigola. Per i secondi, la catalana di crostacei e grigliata e frittura mista del pescato portano dritti al dolce fatto in casa. I turisti, così, scoprono sapori antichi, ma anche sperimentazioni fatte in proprio. Un esempio è il sorbetto alla liquirizia, oppure il tiramisù ai frutti di bosco, che può essere scelto in ben cinque varianti diverse.

La sposa settembrina trova nel giardino la location giusta per festeggiare il suo matrimonio, mentre al catering e all’animazione penserà completamente il personale del ristorante. Il locale si può visitare all’ora di pranzo, dalle 12.30 alle 15.00, oppure a cena, dalle 19.30 alle 00.00, escluso il Lunedì. Raccontare una città significa anche provare la buona tavola e solo la maestria dei ristoranti di zona può offrire un’esperienza davvero unica.

Visita il sito di Appio Claudio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome