Sesso tra colleghi, in Inghilterra a Natale è stato boom

0
260

Natale è trascorso da qualche settimana, portando via il suo corollario di auguri, brindisi e feste; una tradizione che in Gran Bretagna prende anche la forma del tipico party aziendale, in cui – secondo i risultati di una recente ricerca – 4 persone su 10 finiscono la serata a letto insieme.

A rivelarlo è un sondaggio di un rivenditore britannico di lingerie e sex toys, che ha intervistato un campione di duemila adulti, che hanno confessato in quasi il 40 per cento dei casi di aver fatto sesso con un collega durante una festa organizzata per il Natale; ancora superiore la quota di chi si è fermato a un “semplice” bacio a un partner di lavoro, che raggiunge il 50 per cento.

Sesso tra colleghi. Il tabloid inglese Mirror, che ha pubblicato i risultati dell’indagine, svela anche quali sono i luoghi privilegiati per appartarsi: il più gettonato è il parcheggio dell’ufficio, indicato dal 25 per cento dei partecipanti al sondaggio; due persone su dieci si rinchiudono nella sala del consiglio di amministrazione, il 18 per cento va alla ricerca di un ripostiglio, il 16 per cento invade la stanza del direttore e un 15 per cento resta alla propria scrivania.

I lavori più attivi. Il sesso tra colleghi ha anche un settore professionale più “attivo”: è infatti l’IT (Information technology) con il 76 per cento l’ambito in cui i lavoratori si lasciano andare più facilmente alle effusioni, seguito dal mondo degli avvocati al 74 per cento e, a completare il podio, dal comparto risorse umane e trasporti e logistica a pari merito con il 72 per cento. Più distaccate le altre professioni, come quelle legate alla finanza, al mondo dei media e del marketing e a quelli attinenti alla salute e alla scuola.

Il regalo hot per Natale. Sempre in tema Natale hot va un’altra ricerca, questa volta molto più “empirica”, realizzata da un sito australiano di appuntamenti ed escort; nel periodo delle feste, infatti, le richieste per le professioniste del sesso sono addirittura triplicate rispetto ai volumi tradizionali, con una richiesta tanto chiara quanto esplicita: sesso a tre con due donne. Una delle escort ha spiegato come questo fenomeno “succede ogni anno. Nel mese di dicembre, la metà delle prenotazioni sono di coppie che vogliono provare qualche nuova esperienza”.

Boom di escort. Molto successo riscuote anche l’aspetto voyeur, privilegiato dai partner uomini che, non volendo tradire fisicamente la propria donna, si “limitano” a guardarla mentre si fa sesso con la escort. In questo senso, dunque, rivolgersi alle escort sembra rappresentare una nuova frontiera del classico “regale di Natale”, pensato per vivacizzare la propria vita sessuale di coppia o per rendere più hot le feste dicembrine.

Un regalo costoso. Difatti, secondo quanto trapela dal sito australiano sono in aumento le donne che pensano a un regalo del genere, che sembra essere particolarmente gradito dai fidanzati, esponendosi tra l’altro a un investimento piuttosto oneroso, visto che le escort si fanno pagare un minimo di 550 dollari per un rapporto semplice fino alla somma di 12 mila dollari, necessaria quando le loro prestazioni vengono richieste per 48 ore consecutive.

Il triangolo no? Un’idea regalo originale, che può ravvivare una fiamma spenta più e meglio dei classici oggetti romantici come candele profumate, libri e bottiglie di vino. Per chi invece non ha assolutamente intenzione di prevedere l’ingresso di un’ulteriore persona nel rapporto, meglio rivolgere la propria attenzione a sex shop, che mette in vendita online tutta una serie di accessori sexy, abbigliamento hot e, per quanti proprio non vogliono rinunciare a una presenza in più, anche bambole gonfiabili dalle fattezze decisamente realistiche.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome