Caratteristiche di un buon gel per l’igiene delle mani

gel per l'igiene delle mani

Ti sei mai chiesto quali siano le caratteristiche di un buon gel per l’igiene delle mani? E come invece scartare i gel meno utili ed efficaci?

Ebbene, in questo approfondimento vogliamo chiarire proprio questo elemento, cercando di comprendere in che modo puoi scegliere le migliori soluzioni per l’igiene delle mani, partendo dal requisito fondamentale: il giusto quantitativo di alcol contenuto nel flacone.

Gel per l’igiene delle mani: alcol almeno al 60%

Il primo elemento che dovresti utilizzare per poter arrivare a definire correttamente le caratteristiche di un buon gel per l’igiene delle mani è sicuramente rappresentato dalla necessità di assicurarsi che il contenuto di alcol sia almeno del 60%, come raccomandato dall’Istituto Superiore della Sanità.

Al di sotto di questa soglia, infatti, il gel mani potrebbe non essere sufficientemente potente per poter uccidere germi, batteri e virus, divenendo così sostanzialmente inutile per i nostri fini di disinfezione.

In ogni caso, sarebbe opportuno procedere con l’acquisto di un gel per le mani che abbia una concentrazione di alcol ancora superiore a tale soglia, e pari a 70%. In questa ipotesi, infatti, il gel sarà sicuramente sufficientemente efficace nel poter assicurare le mire di pulizia e di igiene di quella che è la parte del corpo maggiormente esposta al rischio di contagio.

Gli altri elementi del gel per l’igiene delle mani

Oltre al contenuto di alcol superiore al 60% / 70%, diventa fondamentale assicurarsi che il gel che si acquista per potersi assicurare la migliore igiene per le mani abbia altresì delle caratteristiche di tutela.

Spesso, infatti, alcune persone ritengono che il gel per le mani con una concentrazione di alcol così elevata possa essere impattante sul benessere della cute. Proprio per questo motivo – sebbene non si registrino delle condizioni di diffusa irritazione da parte degli utilizzatori di questi gel – molti produttori hanno scelto di arricchire il disinfettante con elementi naturali che possano contribuire a tutelare al meglio la pelle delle mani, come ad esempio avviene con l’introduzione dell’aloe vera all’interno degli ingredienti del gel stesso.

Come utilizzare il gel per l’igiene delle mani

Chiarito quanto sopra, appare anche evidente che l’acquisto del migliore gel per le mani possa fare ben poco se non è accompagnato da un corretto utilizzo dello stesso.

Proprio per questo motivo, raccomandiamo a tutti coloro i quali desiderano usare il gel per la disinfezione delle mani di fruirne in maniera corretta, spalmando una dose sufficiente per la pulizia di questa parte del corpo, e strofinandolo delicatamente sulla superficie delle mani, esattamente come se ci si stesse lavando sotto acqua corrente, con sapone. Soffermati in particolar modo su palmo, dorso dita e unghie, evitando di agire in maniera frettolosa e sbrigativa.

Ricordiamo altresì che il gel per le mani dovrebbe essere utilizzato esclusivamente laddove non sia possibile procedere con una pulizia più ordinaria delle mani, con acqua e disinfettante. Sarà pertanto molto utile nei luoghi pubblici, mentre si è fuori casa, o si fa sport all’aria aperta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome