Quando chiamare lo spurgo

blank

Sicuramente tutti coloro che sono agganciati ad un pozzo nero potrebbero, inizialmente, avere dei dubbi rispetto a quando chiamare lo spurgo. Pensiamo a tutte quelle persone che magari hanno sempre vissuto al centro della città, agganciate alle fognature principali, poi magari si trasferiscono in una casa un po’ fuori zona e a questo punto passano da una fogna dinamica della fogna statica. In genere il pozzo nero deve essere svuotato, più o meno, una volta all’anno anche se dipende molto dall’utilizzo che viene fatto, da quanti nuclei abitativi vi sono agganciati e dalle sue condizioni.

Questa periodicità si impara ma mano, con l’esperienza, però sicuramente se abbiamo dei dubbi possiamo contattare una buona ditta di spurghi, dove lavorano dei professionisti iscritti all’albo gestori ambientali, che vengono a fare un sopralluogo e controllino il pozzo nero. Molto spesso all’interno di questo genere di fogne statiche, di cui fanno parte anche le fosse settiche, si formano dei nuclei di fanghi più solidi rispetto alle classiche acque reflue, che possono andare anche a appiccicarsi alle pareti del pozzo nero, che in fondo è una sorta di fossa sotterranea.

Per ripulire il pozzo nero non è necessario andarci dentro e comunque non dobbiamo pensarci da soli.

Non bisogna dimenticare che anche se liquami sono solo i nostri rimangono comunque dei rifiuti liquidi altamente inquinanti, che possono causare tantissime problematiche dal punto di vista della tossicità. Per quello bisogna gestirli con la massima cautela, per non incappare in rischi per la salute e soprattutto per non andare a creare anche delle problematiche ambientali.

Altre circostanze in cui è possibile avvalersi dell’aiuto della ditta degli spurghi

Un caso frequente in cui è possibile contattare una ditta di autospurghi per un sopralluogo, è quello in cui si comincia a sentire un cattivo odore persistente all’interno della proprietà. Può essere all’esterno di casa, ma può anche risalire all’interno delle tubature. Questo tipo di situazione non deve essere portata avanti senza una certa sicurezza data da un controllo da parte di personale specializzato. Difatti, solamente dei professionisti sono in grado di utilizzare una strumentazione e delle attrezzature idonee a fare dei controlli approfonditi a partire dall’esterno.

Oggi, per controllare qualunque punto della rete fognaria, basta semplicemente utilizzare delle videocamere speciali, in possesso dei professionisti dell’autospurghi, e che sono flessibili tanto da risalire anche le curve che possono essere presenti quando si parla di condotti delle fognature. Ciò significa andare a risparmiare tempo e denaro, perché non deve essere rotta la pavimentazione esterna e non devono essere praticati dei buchi. Una volta trovato il punto esatto in cui si sta verificando una ostruzione che non consente più il corretto passaggio dei liquami, si deve andare a operare una pulizia che viene effettuata con delle pompe che sparano acqua ad alta pressione. Queste pompe sono collegate all’automezzo denominato autospurghi, riescono a togliere le incrostazioni per poi monitorare la reale situazione della parete della conduttura che potrebbero avere la necessità di una riparazione. Per una pulizia e manutenzione ordinaria si può richiedere un preventivo prima dell’intervento, ma se c’è un problema da risolvere il preventivo verrà fatto dopo la diagnosi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome