Contabilità analitica: tutto quello che devi sapere

preventivo siti web
Preventivo siti web: come valutarlo

Sono sempre più numerose le piccole e medie imprese italiane che riescono ad emergere nel loro settore e a portare avanti in modo eccellente la loro attività. Può capitare però che nonostante i risultati siano buoni, non ci si senta pienamente soddisfatti. L’impresa lavora bene e ci sono i margini per crescere, ma la redditività non è abbastanza elevata, non come dovrebbe. Anche tu stai vivendo una situazione di questa tipologia? Devi sapere che il problema potrebbero essere i costi nascosti, che sono sfuggiti al tuo controllo e che incidono in modo negativo sulla redditività andando a svuotare le tue casse aziendali. Per capire questi costi, è necessario far scendere in campo la contabilità analitica

Contabilità generale VS contabilità analitica

Ogni azienda ha del personale che si occupa della gestione della contabilità. Solitamente si tratta però di quella che viene definita contabilità generale, quella cioè utile ai fini fiscali. Questa contabilità è necessaria, obbligatoria per legge e senza dubbio molto utile all’azienda per capire il suo andamento. Non è utile però per capire quali siano i costi nascosti. 

Le voci spesa sono infatti generiche nella contabilità generale, voci che sono la somma di molte diverse tipologie di spese. Nella contabilità generale può esserci ad esempio come voce spesa quella relativa ai materiali. Non si ha modo però di capire le spese per ogni singolo materiale. Questo è possibile solo con la contabilità analizza, che infatti non classifica le spese in base alla loro origine, alla loro natura, ma in base all’utilizzo. Analizza quindi i singoli costi di ogni macrocategoria, portando alla luce la destinazione di ogni singolo euro, come insomma ogni singolo euro è stato utilizzato. 

La contabilità analitica per portare alla luce i costi nascosti 

Dato che la contabilità analitica permette di capire come è stato utilizzato ogni singolo euro, è possibile portare alla luce i costi nascosti che sono sfuggiti al tuo controllo e che vanno ad incidere in modo negativo sulla redditività. Potresti ad esempio scoprire che la voce spesa relativa ai materiali è alta perché un materiale ti costa il doppio se non il tritolo rispetto agli altri. Potresti quindi decidere sulla base di questo elemento di cambiare fornitore per fare in modo di ottenere un prezzo migliore. Ecco, hai così cancellato un costo nascono e migliorato al redditività.

Come gestire la contabilità analitica 

A prima vista sembra impossibile riuscire a gestire la contabilità analitica al meglio. In realtà non è affatto così, basta infatti fare affidamento su un buon software per riuscire in questa impresa. Non ti stiamo consigliando di fare affidamento su un software preconfezionato e già pronto, ma di andare alla ricerca di una software house che si faccia carico dell’ideazione, della progettazione in base alle tue specifiche esigenze e dello sviluppo di un software personalizzato, calibrato sulla tua realtà aziendale. Avrai così modo di gestire al meglio molti diversi aspetti della contabilità, ma volendo anche molti processi della tua azienda, così da eliminare in modo semplice le voci di spesa eccessive, migliorare le tue perfomance, renderti molto più concorrenziale nel tuo settore lavorativo. 

È importante scegliere una software house che abbia un team di ingegneri, sviluppatori e creativi per ogni progetto digitale che deve far scendere in campo, che ti offra lo sviluppo di un prodotto assolutamente su misura, che infine garantisca anche un servizio post vendita di alta qualità. Deve cioè garantire la messa in opera del software e la possibilità di scoprire ogni sua funzione, così da essere pronto ad utilizzarlo, oltre alla manutenzione ordinaria. Deve anche garantire aggiornamenti costanti nel tempo e la possibilità, in caso se ne presenti l’occasione, di aggiungere altre funzioni e rendere il software adatto alle tue rinnovate esigenze.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci commento
Inserisci nome